Industria 4.0, le aziende sempre più digitali e interconnesse

La Quarta Rivoluzione Industriale, anche chiamata Industria 4.0 sta avvenendo adesso. Ma di che si tratta?

L’industria 4.0 è da alcuni anni al centro del girone mediatico mondiale, nonché ingranaggio fondamentale per la trasformazione economica del nuovo millennio. Durante questi ultimi due anni – monopolizzati dalla pandemia da Covid-19 – l’industry 4.0 e le tecnologie ad essa collegate sono state fondamentali per tenere in piedi le aziende.

Ma di cosa parliamo quando diciamo “industria 4.0”? Vediamolo insieme.

L’origine del nome

Il termine “Industria 4.0” getta le sue origini nell’iniziativa europea “Industry 4.0”, a sua volta ispirata da un progetto del governo tedesco. La paternità tedesca viene attribuita a Henning Kagermann, Wolf-Dieter Lukas e Wolfgang Wahlster. Lo impiegarono per la prima volta in una comunicazione, tenuta alla Fiera di Hannover del 2011, in cui preannunciarono lo Zukunftsprojekt Industrie 4.0.

Verso la fine del 2013 il progetto prevedeva investimenti su infrastrutture, sistemi energetici, enti di ricerca e aziende per ammodernare il sistema produttivo tedesco e riportarlo ai vertici mondiali.

Dunque, nel senso più generale del termine, Industria 4.0 indica una tendenza all’automazione industriale, volta all’integrazione di nuove tecnologie produttive per implementare il lavoro. Grazie ad essa si riesce a migliorare le condizioni lavorative, creare nuovi modelli di business e si aumenta la produttività e la qualità produttiva degli impianti.

Il concetto di Quarta Rivoluzione Industriale

La quarta rivoluzione industriale identifica una nuova era in cui le industrie trovano nell’innovazione tecnologica la risposta per rimanere efficienti e migliorare la qualità del lavoro. La spinta la dà la necessità di competere in un mercato divenuto, ormai, globale.

È successiva all’avvento di internet ed è correlata all’intuizione che qualsiasi dispositivo, correttamente programmato, possa interagire con sistemi complessi raggiungibili da remoto. In effetti, come lo dimostrano gli ultimi anni, l’efficienza delle attività aziendali dipende sempre di più dall’adozione delle giuste tecnologie.

Ogni industria che ha a disposizione tecnologie efficienti per innovare le proprie aree nevralgiche può riuscire ad influenzare e potenziare ogni aspetto umano e meccanico dell’azienda. Le tecnologie relative agli ambiti Internet of Things e Big Data sono quelle più adottate (anche dalle aziende italiane). Il Cloud Manufacturing e l’Advanced Human Machine Interface, invece, si candidano per diventare le prossime tecnologie di riferimento per i prossimi anni.

Come l’industria 4.0 cambia le aziende e le fabbriche?

L’industria 4.0 cambierà il lavoro aziendale e le fabbriche? La risposta è certamente sì! Come ogni rivoluzione che si è verificata nel corso dei secoli, pian piano assisteremo ad innumerevoli cambiamenti che diventeranno all’ordine del giorno.

Si tratta in primo luogo di un cambiamento interno e pratico all’azienda o la fabbrica, ma anche di una rivoluzione dei modelli organizzativi. Recenti studi dell’ISTAT hanno messo in evidenza come in molte aziende italiane ci sia una difficoltà – nata dai pregiudizi – nell’adottare una tecnologia produttiva adeguata alle esigenze della globalizzazione.

C’è un pensiero manageriale dominante che considera l’organizzazione nelle Fabbriche 4.0 come chiusa e gerarchica, e con i manager sono ossessionati dal taglio dei costi. In realtà, molte aziende grazie a ciò sono riuscite a battere la crisi investendo nell’innovazione.

Grazie al cosiddetto Internet of things (anche conosciuto come Internet delle Cose), nel giro di pochissimo tempo la manutenzione delle attrezzature risulterà superiore a quella degli esseri umani per qualità, capacità e velocità.

Le Fabbriche di nuova generazione saranno in grado, grazie alle tecnologie, di prevedere automaticamente eventuali imperfezioni produttive e adottare nella maniera più celere possibile, misure di prevenzione.

Inoltre, potranno usufruire di impianti più flessibili e potranno personalizzare l’esperienza del singolo cliente. I robot lavoreranno a contatto diretto con gli uomini e apprenderanno da loro informazioni necessarie. La fabbrica 4.0 sarà, nel prossimo futuro, anche capace di approvvigionarsi di energia senza sprechi e al minor costo possibile.

Se sei un professionista o un’azienda che opera nel settore medicale-estetico e ti senti pronto anche tu alla quarta rivoluzione industriale, allora lasciaci i tuoi dati. Ti chiameremo senza impegno.

Ti è piaciuto questo articolo?
Lascia un commento o Condividilo sui tuoi Social Nework! 

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on whatsapp
WhatsApp

Iscriviti alla Newsletter

Sei un Medico Estetico, un Titolare di un’azienda o un’influencer? Se vuoi essere sempre aggiornato su contenuti riguardanti il Mondo Digital e la Medicina Estetica allora iscriviti alla nostra Newsletter!

0% Spam nella tua casella mail! Te lo promettiamo.

Privacy Policy

© 2021 All rights reserved